Origine e definizioni del lattice nei materassi{0}

Origine e definizione del lattice nei materassi Il lattice con cui vengono prodotti i materassi è un prodotto naturale che si ottiene estraendo la linfa dagli alberi della gomma; si tratta di un processo lungo perché ci vogliono almeno sei anni per poter fare la prima estrazione dal momento in cui viene piantato il germoglio; gli alberi adulti raggiungono la loro massima crescita ad un’altezza di circa trenta metri, e, una volta maturo, l’albero regala i suoi frutti per più o meno 25 anni: per ogni albero la produzione giornaliera della materia grezza e di soli 50 – 80 grammi. La sostanza che viene ricavata da questa asportazione è un emulsione di aspetto lattiginoso, solitamente di colore bianco, con una consistenza collosa.

Oltre agli alberi della gomma, il lattice lo si può ricavare da determinate cellule, i laticiferi, che si trovano in numerose piante superiori, come moracee, papaveracee, euforbiacee eccetera, e anche nei funghi lactarius.

 

La composizione essenziale dell’emulsione può cambiare a seconda della specie vegetale che lo produce, vi si possono trovare al suo interno diverse sostanze come ad esempio alcaloidi, cellule, enzimi, proteine, idrocarburi; quest’ultimo è quello che ne caratterizza la consistenza.

Queste differenze fanno sì che si siano anche delle diverse qualità: le più pregiate si estraggono

dall’Hevea Brasiliensis nelle foreste tropicali asiatiche, Malesia e Sri Lanka, mentre si ricavano qualità leggermente inferiori dall’Hevea Guianensis, dall’Hevea Benthamiana e da altri alberi produttori.

La caratteristica che rende il lattice tanto pregiato è la sua naturale elasticità, e la sua capacità di ritornare immediatamente alla sua forma originale dopo qualsiasi pressione o allungamento ricevuto, dote rinvenuta solamente nella pelle umana; questo lo rende un ottimo materiale per la produzione di guanti per uso medico e per i materassi ergo-anatomici.

Solitamente quando si parla di questo tipo di prodotto ci si riferisce a loro chiamandoli “materassi in lattice”, ma questa è una definizione un po’ impropria poiché nel processo non si utilizza la sostanza grezza, ma una miscela di lattice e aria che si chiama “schiuma di lattice”.

In realtà, però, i regolamenti unitari europei non fanno differenza di denominazione, e usano l’etichetta “schiuma di lattice” per indicare la totalità dei materassi in lattice, quindi senza fare nessuna distinzione tra i due termini.

Oltre alle straordinarie capacità elastiche, questa emulsione ha delle magnifiche e naturali proprietà anallergiche e antibatteriche, che lo rendono perfetto per la fabbricazione di prodotti ideali per chi soffre di allergie alla polvere.

 

Parla con un esperto 7 giorni su 7: Tel: 0522698549

Visita il nostro shopping Giwa Materassi